La distanza che ci separa – Review Tour

Esce oggi, nove settembre 2020, La distanza che ci separa, il nuovo romanzo di Monique Scisci targato Newton Compton Editori.

Chicklit Italia è felice di partecipare alla prima tappa del Review Tour organizzato per il lancio del romanzo!

I romanzi attualmente pubblicati da Monique Scisci per Newton Compton Editori sono:

Trama

Keegan e Isabelle sono entrambi vittime degli abusi subiti nell’orfanotrofio di Abbeville, in Louisiana. Nel tempo il legame tra i due ragazzi si è trasformato in un sentimento profondo e quando lei viene adottata da una famiglia abbiente, per Keegan sembra giunta la fine di un’epoca e il suo cuore inizia a inaridirsi. Trascorrono vent’anni senza che nessuno dei due sappia nulla l’uno dell’altra. Isabelle ottiene ottimi risultati sul lavoro grazie al suo innato istinto investigativo, ma nella vita privata sceglie sempre uomini sbagliati. Mentre Keegan, che ha seguito la via del crimine ed è entrato nel narcotraffico messicano, salta da una donna all’altra e considera il sesso la sua unica valvola di sfogo. Quando gli viene affidato l’incarico di uccidere a sangue freddo un agente dell’FBI, Keegan non se lo fa ripetere, ma quando individua il suo obiettivo capisce subito che sarà una missione difficile da portare a termine. La persona che ha di fronte altri non è che Isabelle, la sua Isabelle. Il sentimento riaffiora nei loro cuori con prepotenza. Dopo anni trascorsi a cercarsi invano, sono finalmente insieme, ma dalla parte opposta della barricata. Lei, combattiva e dotata di un forte senso di giustizia. Lui, ribelle, spietato e dedito a trasgredire tutte le regole. Sapranno trovare il coraggio di vivere liberamente il loro amore così come si erano promessi?

Recensione

Se vi aspettate un romanzo simile alla trilogia best seller di Monique Scisci, Chiudi gli occhi, vi sbagliate di grosso: la copertina (a mio parere completamente sviante) e il titolo potrebbero indurvi a pensarlo, ma non è assolutamente così. Con La distanza che ci separa, l’autrice si allontana (ma non troppo) dal genere erotico ed abbraccia quello del mafia romance, con forti tratti dark e un q.b. di thriller. Apprezzo sempre quando un’autrice sceglie di sperimentare registri e sfumature nuove e Monique Scisci ci riesce alla perfezione.

La storia si apre con un prologo che ci porta indietro al 1997, quando una piccola bimba di nome Isabelle affronta la morte dei suoi genitori e il trasferimento presso “l’orfanotrofio degli orrori” dove passerà anni pieni di violenza psicologica, terrore, ingiustizie e aridità affettiva. La sua unica salvezza è Keegan, ragazzino orfano come lei, ribelle ma generoso, che la protegge al costo di incassare sevizie e violenze al suo posto. Le scene più crude e d’impatto si riferiscono proprio agli anni di permanenza dei due protagonisti in orfanotrofio e sono disseminate in tutto il romanzo tramite richiami e flashback efficaci ben congegnati.

Dopo la loro separazione, a seguito dell’adozione di Isabelle, i due si perdono di vista e imboccano strade completamente diverse: dopo vent’anni Isabelle diventa una profiler dell’FBI, Keegan un narcotrafficante appartenente al cartello messicano.

Sulla scheda c’è scritto “criminal profiler”, in pratica ha la pretesa di riuscire a stabilire, attraverso studi sul comportamento criminale, quale sarà la prossima mossa del soggetto indagato. Questo genere di indagini va bene per scovare i serial killer, non i membri di un cartello.

 

Il ragazzo diventa sempre più arido e spietato, un killer conosciuto nel giro come “La Muerte”, ma le violenze fisiche e psicologiche di cui è stato vittima in orfanotrofio riescono a farci empatizzare con lui, a tifare per la sua salvezza. È un killer senza scrupoli, ma sotto la corazza di cicatrici e tatuaggi scorgiamo fin da subito un’anima speciale.

A questo punto ogni scrupolo ha lasciato il passo alla logica della sopravvivenza:
mors tua vita mea, ce l’ho persino tatuato sul braccio destro.

 

Quello che non possiamo sapere è che la vita di Isabelle Stone, all’apparenza perfetta e (quasi) ineccepibile, nasconde in realtà intrighi e risvolti forse ancora più criminali di quella di Keegan: i due si rincontreranno e scontreranno, si arrenderanno alla passione, rischieranno la vita e scopriranno insieme tutto il marcio che si nasconde dietro la facciata integerrima di organi quali la CIA, l’FBI e la DEA.

Credo di poter affermare che La distanza che ci separa sia il romance con più azione che io abbia mai letto: la storia d’amore e di passione bruciante tra Isabelle e Keegan è solo uno degli ingredienti di una trama intricatissima che l’autrice ci svela pagina dopo pagina. A tratti mi sono persa, sopraffatta dall’intreccio e dai tanti personaggi secondari coinvolti nella storia, ma in generale l’ho trovata una lettura molto intrigante. Il continuo POV alternato, che spesso svelava la voce di personaggi inizialmente non esplicitati e diversi dai protagonisti, ha reso la lettura a tratti faticosa, ma lo stile e la scrittura ricercata e di classe della scrittrice ha fatto passare in secondo piano ogni singolo difetto. L’intreccio è congegnato alla perfezione, equilibrato, consistente e mai banale: i colpi di scena arrivano in successione e ben presto ci si accorge che niente di ciò che apprendiamo è realmente ciò che sembra. Ed ecco che la curiosità cresce, le ipotesi iniziano a farsi spazio nella nostra testa e ci troviamo affamati di dettagli e soluzioni.

Nessuno di noi sa cosa ci riserva il futuro, bisogna prendere quello che c’è adesso.

 

I due personaggi principali sono descritti a regola d’arte, attraverso un uso sapiente della tecnica “show don’t tell”: le loro caratterizzazioni psicologiche sono la parte più interessante del romanzo che accompagna queste due anime complesse e diametralmente opposte in un bel percorso di incontri e abbandoni.

Una lettura consigliatissima per chi apprezza le storie di malavita, azione, doppi giochi, corruzioni e passioni travolgenti.

 

Ci sono storie difficili da raccontare, la nostra è sempre stata un cazzo di guaio,
ma l’abbiamo scritta insieme.

 

 


Questo romanzo ci è stato inviato dalla casa editrice Newton Compton Editori che ringraziamo!

Articolo creato 80

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto