Cercasi fidanzato disperatamente – la recensione

Cercasi fidanzato disperatamente è il romanzo di esordio di Letizia Frosi (edito Buckfast edizioni, 2018, prezzo Amazon €12, pag 130).
La storia di Letizia, l’autrice, è di quelle che staresti ore ad ascoltare, coi gomiti sul tavolo e il mento appoggiato sui palmi, contemplando la bellezza dell’essere umano e del suo libero arbitrio: ha lasciato un posto fisso e invidiabilissimo scegliendo di passare ad una vita più semplice, leggera e felice. E così, ha ricominciato a scrivere!
Una scelta coraggiosa e sicuramente rischiosa, ma assolutamente da invidiare.
Adesso abita a Torino, ha un marito e due gatti e sta scrivendo il suo secondo romanzo!

Trama

Clotilde Ricci è quello che definirei una Mediogirl di 25 anni (ricordate Medioman, il personaggio del geniale Fabio de Luigi?) ovvero una ragazza mediamente carina che vive una vita mediamente felice con un lavoro mediamente interessante e con degli amici mediamente affezionati a lei.

Un giorno però, la svolta! Conosce Riccardo, un affascinante quarantenne, semi-divorziato e padre di Giulia, un’allieva di ginnastica ritmica di Clò.

Sulle prime questa love-story (poco love e tanto strampalata story) sembra molto poco convincente, soprattutto per i suoi amici che la vedono già vittima dell’ennesimo fallimento sentimentale.
Ma poi…

 

Recensione ★★★★☆ (4/5)

Questo libro l’ho trovato delizioso, l’ho “bevuto” nel giro di un giorno e mezzo (è plausibile, sono solo 130 pagine!): semplice, ben scritto, divertente, leggero e assolutamente convincente.
Il difficile rapporto della protagonista Clotilde con la quasi totalità delle sfaccettature della propria vita ci porta subito ad empatizzare e tifare per lei. Ma non è una deficiente sfigata vittima degli eventi! È un personaggio positivo, che decide di investire nella propria vita e di fare sacrifici per migliorarla ed esserne fiera: questo aspetto autobiografico mi è piaciuto un sacco!

È molto più difficile, invece, empatizzare con Lucrezia: bellissima, saccente e incredibilmente irrispettosa amica d’infanzia, nonché sua principale confidente (da qui si evince il curioso masochismo della protagonista che sembra sguazzare in questa amicizia molto sui generis). Il personaggio di Paola, la terza amica, è poco delineato e quindi più “trasparente”.

Il principale difetto del romanzo è che è troppo breve! Alcune parti sono poco approfondite, semplicemente accennate, e non danno tempo al lettore di immedesimarsi completamente nella narrazione. La parte iniziale, l’installazione della storia, dovrebbe avere più respiro, fornendo un quadro più chiaro e definito dei personaggi e delle loro relazioni, oltre che della vita di Clotilde: il risultato è che alcuni aspetti della sua amicizia con Lucrezia risultano poco credibili e che l’incontro con Riccardo avviene, a mio avviso, troppo presto, prima di aver digerito appieno la frustrazione sentimentale della protagonista. Anche la scelta di un narratore esterno non mi ha convinta del tutto: a volte lo si percepisce quasi come onnisciente, altre volte ha un punto di vista e un metro di giudizio troppo simile a quello della protagonista. Forse la cosa che confonde è questo continuo altalenare tra la narrazione generale (al passato e in terza persona) e la voce del pensiero della protagonista (al presente e in corsivo), anche se ammetto che questa considerazione è puramente soggettiva… come tutte le mie recensioni, del resto!

Il romanzo è comunque genuino e colorato, convincente e coinvolgente, e il ritmo di scrittura sincopato gli conferisce una frizzantezza originale, mai noiosa, e una scorrevolezza piacevole ed efficace.

Insomma, tirando le somme: da leggere assolutamente!

Aspetto solo che esca il prossimo!!

 


Questo romanzo ci è stato inviato dall’autrice che ringraziamo!

Articolo creato 75

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto