La verità è che non ti odio abbastanza – review tour!

La verità è che non ti odio abbastanza è l’ultimo romanzo della scrittrice Felicia Kingsley , pubblicato dalla Newton Compton Editori.
Questo articolo fa parte del review tour organizzato per l’uscita del romanzo!

Attualmente Felicia Kingsley ha pubblicato:

Trama

Lexi è una principessa, non delle favole, ma dell’Upper East Side. La sua vita perfetta da facoltosa ereditiera di un impero finanziario scorre tra feste esclusive e shopping sfrenato nel quartiere più lussuoso di New York. A ventisette anni ha già la certezza di un futuro luminoso, di aver vinto la partita, almeno finché un affascinante sconosciuto non le cambia le carte. Il principe azzurro? No, è Eric Chambers, detective di punta dell’FBI, che sta indagando su una truffa miliardaria in cui è coinvolta la famiglia Sloan, venuto a spodestarla dal suo trono. Tanto attraente quanto ruvido e poco disponibile, Eric la reputa viziata e superficiale, e la tratta con distacco e indifferenza. Tra i due è subito guerra. Con tutti i suoi beni confiscati, Lexi si ritrova in mezzo a una strada da un giorno all’altro, ma lei non ha nessuna intenzione di rimanerci. Anzi! Se Eric le ha tolto tutto, dovrà essere lui ad aiutarla. Riusciranno l’ereditiera che cuoce i toast usando il ferro da stiro e l’integerrimo detective di Brooklyn a collaborare senza scannarsi? O senza… innamorarsi?

Recensione ★★★★✰ (4,5/5)

La Kingsley colpisce ancora. E come al solito punta, spara, e fa centro!
Stavolta non si limita a un classico Chick-Lit, sceglie di regalarci una sfumatura originale e assolutamente efficace: un tocco di spy story, truffe finanziarie, indagini dell’FBI… E ne viene fuori una trama logica, consistente, articolata e assolutamente credibile. Senza perdere l’ironia, le emozioni e il romanticismo a cui ci ha abituate, ovviamente!

Lexi è una ricca ereditiera, non ha mai dovuto pensare al prezzo delle cose, perché si è sempre potuta permettere tutto. E anche di più. Ed è così che Lexi, immersa nel suo bellissimo mondo iridato, fatto di appartamenti di lusso, feste esclusive, fidanzati e amici tanto ricchi quanto emotivamente aridi, inciampa e cade alla prima carta di credito rifiutata. Da lì il tracollo: conti in banca congelati, abitazioni confiscate, tutti i suoi averi sigillati e intoccabili in quanto oggetto di inchiesta giudiziaria. Cosa le resta? Tanto.

Perché fin dalle prime pagine, quando facciamo amicizia con la nostra eroina ancora immersa nel suo contesto di lusso, capiamo subito che abbiamo a che fare con una brava ragazza. Una donna “ricca” d’animo, indubbiamente viziata da un mondo troppo facile, ma anche capace di fare beneficienza, di amare incondizionatamente (l’uomo sbagliato), di prendersi cura delle persone a cui vuole bene. Il carattere e le risorse che tira fuori per affrontare gli ostacoli da “indigente” sono in realtà figli di una natura già radicata nell’onestà, nella dignità di una donna consapevole e forte. La vera prova da affrontare, secondo me, non è tanto la mancanza improvvisa di soldi e lusso, quanto l’amara presa di coscienza che (quasi) tutto il mondo di affetti in cui viveva era solo una crudele illusione.
È  questo ciò che ho apprezzato di più di Lexi, la sua capacità di mettersi in discussione e reagire a testa alta.

Quando uno vince, tutti vincono con lui; quando si perde, si perde da soli.

 

Eric è un agente dell’FBI abituato a non fare sconti a nessuno. Appena conosce Lexi sembra concentrarsi solo sulla sua superficie viziata e glamour, per poi scoprire solo più tardi di che pasta sia fatta. Giorno dopo giorno, grazie anche a una convivenza “forzata”, riesce a conoscerla e ad apprezzarla per quello che realmente è. E le piace, nonostante gli occhiali, il trucco sfatto e un golf sformato acquistato a un mercatino dell’usato. Quello che più apprezza è la sua testa, il suo modo di pensare, tanto che inaspettatamente accetta di farsi aiutare da lei per le indagini.

Se non esci dai tuoi quadrati, non troverai mai le soluzioni ai problemi. […]
Il quadrato rappresenta una barriera mentale, un limite.
Anziché muoverti in libertà nello spazio che hai a disposizione, tu ragioni dentro al quadrato immaginario, dandoti limiti che in realtà non esistono.

I due personaggi principali, Lexi ed Eric, sono ben tratteggiati e interessanti, attori di una trama ottimamente congegnata per tenerci incollate alle pagine del romanzo. Apprezzo TANTISSIMO la scelta dell’autrice di non usare il doppio POV (punto di vista), ormai inflazionato e gettonatissimo in ambito romance. Intendiamoci, in molti casi la trovo una tecnica molto efficace, ma in questo caso avrebbe destrutturato il velo di mistero che caratterizza e muove Eric. Sarebbe stato un peccato rivelare le sue intenzioni invece che farcele scoprire pagina dopo pagina, insieme a Lexi.

Meravigliosi anche i personaggi di contorno: Lady D e Brianna. La prima è una specie di Miranda Priestly (“Il diavolo veste Prada“), resa più “umana” dalla capacità di valorizzare il talento altrui e dargli il giusto riconoscimento. Brianna è una donna semplice, meravigliosa, che forse avrei voluto conoscere meglio: se ne intravede il valore e la natura saggia e divertente, ma senza avere la chance di un approfondimento che, a mio parere, meritava.

Le mie amiche mi hanno dato un calcio nel sedere appena non gli servivo più, lei (Brianna, NdR) mi ha raccolto da un marciapiede e soffiato il naso senza neanche sapere chi fossi.
È la cosa più vicina a un angelo custode che possa trovare.

 

Il risultato è un romanzo intrigante ed emozionante, capace di farci immergere nel forte contrasto tra la vita nell’ Upper East Side e quella di Brooklyn, farci percepire i loro pregi e difetti: orsetti gommosi e frodi fiscali.

Insomma, la Kingsley non delude mai. Adesso fatevi un regalo: uscite e andate in libreria a comprare il suo ultimo romanzo, non ve ne pentirete!

 


Questo romanzo ci è stato inviato dalla casa editrice Newton Compton Editori che ringraziamo!

Articolo creato 76

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto