L’amore è eterno finché non risponde – la recensione

L’amore è eterno finché non risponde” è il primo romanzo di Ester Viola, edito da Einaudi nel 2016.

Attualmente i romanzi pubblicati da Ester Viola sono:

Olivia è un avvocato divorzista di successo, una vera iena nel suo lavoro, un completo disastro nella sua vita privata. È stata lasciata da Dario e non se ne fa una ragione.

La sua è una storia che ognuna di noi ha vissuto, nel bene o nel male. Storie di persone che lasciano e di persone che vengono lasciate.

È circondata da amiche e personaggi strabilianti che la consigliano con scarsi risultati. Riuscirà a capire come coordinare la sua vita lavorativa con quella privata?

Recensione ★★★★☆ (4/5)

Si lasciano i ricchi, si lasciano quelli che non avrebbero neanche i soldi per lasciarsi, si lasciano gli innamorati, si lasciano anche quelli che s’erano conosciuti quand’erano entrambi disponibili e disperati e si erano messi insieme per non lasciarsi soli. […] Si lasciano i poveri sposati per amore, si lasciano i milionari che avevano fatto bene i conti, si lasciano quelli che s’erano sposati perché il sesso era spettacolare. Si sono lasciati Brad Pitt e Gwyneth Paltrow dopo Seven, quando giravano pettinati uguali e sembrava dovesse durare per sempre, poi si sono lasciati Brad e Jennifer, Ben e Jennifer, Ben e l’altra Jennifer dopo che lei s’era dimostrata disponibile a partorire tre volte per far nascere l’erede maschio. Si lasciano tutti, è solo questione di quando.
Forse posso rassegnarmi: se io e Dario tornassimo insieme, ci lasceremmo ancora.

Olivia Marni sa perfettamente come funzionano queste cose, dopo tutto è un avvocato divorzista. Tutti i giorni incontra personaggi che appartengono alla categoria Lasciati e/o Lascianti, una categorizzazione citata spesso nel romanzo. La verità è che in amore vince chi prima se ne fa una ragione.

In “L’amore è eterno finché non risponde” Olivia fa parte dei Lasciati mentre Dario, invece, dei Lascianti, di quelli della peggior specie: quelli a cui piace tenere una porticina aperta, almeno finché non trovano un nuovo partner che soddisfi i loro bisogni. E Olivia in quello spiraglio ci si crogiola, trova qualsiasi appiglio immaginabile per dare una giustificazione alle  deplorevoli azioni attuate per riavere indietro il suo Dario, azioni che vanno a intaccare la sua dignità di donna. Per fortuna c’è la sua amica Viola, il mio personaggio preferito, una donna che le cose non te le manda a dire, sa perfettamente come e perché dirtele. Un esempio? Ecco la trascrizione di una conversazione Whatsapp, di cui il libro è pieno (rendendo la lettura molto piacevole):

Olivia: Mando un messaggio a Dario, gli chiedo di vederci nel pomeriggio.

Viola: È una buona idea.

O: Scherzi?

V: Per niente. Scrivigli adesso.

O: Sono le dieci di mattina, sei impazzita?

V: No, sto lavorando, se scrivi a lui forse smetti con me

Chiara, diretta, ironica e sarcastica, adoro Viola! E adoro anche il contrasto che c’è fra le due amiche: Olivia sognatrice e paranoica, Viola disillusa e pragmatica.

Un mio caro amico mi dice sempre che esiste un girone dell’inferno per coloro che visualizzano e non rispondono, con spunte blu di cemento che cadono dal cielo per torturarli. È quello che ho pensato quando vedevo Olivia arrancare disperatamente alla ricerca di un contatto con il suo ex. Quante volte abbiamo detto a noi stesse: Basta! Non rispondere al suo ennesimo “ottimo” + emoticon a caso (peggiore fra tutte, il pollice in su), “capito”, “ok”; non ha senso nemmeno cercare di decifrarle, cercando un inesistente significato nascosto. Sono uomini! Ok vuol dire ok e niente di più!

E finalmente arriva l’agognato cambiamento di Olivia! Da succube e in perenne attesa di un cenno di Dario, a donna con gli attributi! La svolta arriva quando incontra Massimiliano Navarra, avvocato, che la contatta per una consulenza per un caso di divorzio. La rivincita di tutte noi donne lasciate e disperate: una luce in fondo al tunnel! 

La scrittura di Ester Viola è meravigliosamente brillante, ironica e puntuale, non annoia mai, riesce a trovare una struttura ben definita, anche con i salti temporali giusti. Un ottimo gioco di parole ben costruite tra loro con un velo di amarezza finale, in cui la protagonista rimane disillusa nei confronti dell’amore.

Solo la coppia può tollerare i tradimenti, perché la coppia è la costruzione più debole al mondo e deve perdonarsi tutto se vuole restare in piedi.

Non mi resta che lanciarmi sul sequel, “Gli Spaiati”, per assaporare ancora la freschezza e la spontaneità che Ester Viola trasmette nel suo modo di scrivere.

 


Per acquistare L’amore è eterno finché non risponde con la nostra affiliazione Amazon, basta cliccare QUI!

Recensione di NiMa per ChickLit Italia

Articolo creato 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto