Non è detto che mi manchi – la recensione ★★★★★

Non è detto che mi manchi è l’ultimo romanzo di Bianca Marconero, pseudonimo dell’autrice della saga fantasy Albion e successivamente di romance e chicklit per la Newton Compton editore

I romanzi attualmente pubblicati da Bianca Marconero sono:

Trama

Emilia è una influencer famosa con l’ansia da perdita di follower, adora cucinare ed è totalmente succube (psicologicamente e finanziariamente) di una madre padrona crudele e meschina. Pietro è un nerd senza speranza, un po’ orso (da qui il soprannome “Fosco”), dotato di un fisico bestiale dovuto alla pratica del parkour e di un talento speciale per la programmazione e la progettazione di videogiochi, ma non del coraggio necessario per inseguire i suoi sogni abbandonando il suo lavoro “sicuro” come giornalista per una rivista specializzata in video game. Gaia, la sua fidanzata, esige da lui un avanzamento di carriera importante che lo porterebbe inevitabilmente a rinchiudere in un cassetto buio il suo sogno e buttare via definitivamente la chiave. Pietro ama Gaia profondamente e non vuole continuare a deluderla e mentre si trova nel limbo di questa scelta esistenziale conosce Emilia (sulle prime la scambia per un idraulico) e tra i due nasce una relazione contrastata, fatta di pregiudizi e incomprensioni. Finché un inaspettato e doloroso evento fa precipitare Pietro in un periodo buio, facendolo avvicinare a un gatto… e a Emilia!

Recensione ★★★★★ (5/5)

Inutile nascondervi che questo romanzo è stato una piacevolissima sorpresa, la mia lettura estiva preferita in assoluto. È un romanzo dolce, crudele, moderno, colorato, originale, profondo, divertente, poetico. È emozione pura, dalla prima all’ultima pagina.

La tua voce traccia la strada verso una casa che non è fatta di pareti,

ma è l’unica in cui voglio abitare.

Raramente mi capita di leggere un romanzo e di ridere e commuovermi a distanza di una decina di pagine, ma tant’è, e non me ne vergogno! I personaggi sono costruiti alla perfezione: si appoggiano su semplici cliché (la modella influencer che SEMBRA superficiale e il giornalista nerd che nel tempo libero si rinchiude in casa a programmare video game) per poi prendere direzioni inaspettate e originali, sviluppando profondità e sfaccettature molto interessanti. Forse l’unico piccolissimo neo (molto soggettivo, ma cosa non lo è in una recensione?) è che ho dovuto faticare un poco per “accettare” la figura di Fosco come essere umano maschile, all’inizio avevo l’impressione che la sua componente femminile fosse troppo accentuata. È una cosa che mi succede spesso leggendo romanzi con doppio punto di vista: quando una scrittrice femminile scrive in prima persona “interpretando” un personaggio maschile (o viceversa) sulle prime resto sempre un po’ perplessa. Ma la poeticità di questo romanzo ha preso presto il sopravvento su tutto il resto. Il capitolo 11 in particolare lo trovo di una perfezione emotiva rara, un piccolo capolavoro.

“Universo, scusa se ti disturbo”, dico, gli occhi bassi,

“ma potresti per favore dirmi cosa devo fare?”

Miao

Il rapporto tra Pietro-Fosco e Emilia ha ritmo, tempo, sospensioni e pesi perfetti ed equilibrati: niente risulta accelerato né tantomeno rallentato, tutto appare reale, vivo e credibile, in ogni singolo aspetto. La scrittura di Bianca Marconero la paragonerei ad un ruscello sonoro che scivola leggero sul suo letto di ciottoli smussati dal tempo. Così ti capita di iniziare a leggere e smettere pensando che siano passati pochi minuti, mentre in realtà quei minuti sono ore.

Mi sta dicendo che le serate non saranno tutte belle, ma alla fine noi ci terremo la mano.

E questo basterà. Sempre.

Sapete quando alla fine di un libro vorreste tanto che vi si cancellasse la memoria per poter ricominciare dall’inizio? Ecco, è andata così. Per fortuna è stato il primo romanzo della Marconero che ho letto e mi consola il pensiero di averne molti altri da leggere!
Che dire… mi sento di consigliarvelo, ecco. Fatevi un bel regalo e godetevelo tutto d’un fiato, come una coppa di tiramisù!

 

 

Articolo creato 75

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto