Le bugie dei bravi ragazzi – la recensione

Le bugie dei bravi ragazzi è il 1° libro pubblicato in self della scrittrice veneta Barbara Raymondi.

I romanzi attualmente pubblicati in self da Barbara sono:

Trama

Sole cerca disperatamente un posto nel mondo, Benedetta è stanca di essere una ballerina di danza classica solo per fare contenta sua madre, Enrico vorrebbe finire i suoi studi e non essersi immischiato in un lavoro che gli fa rischiare la vita ogni giorno.
Che cosa hanno in comune questi tre personaggi?

Sono tutte brave persone, all’apparenza.
Quando le loro vite si intrecceranno scopriranno davvero cosa vogliono: dovranno solo capire come ottenerlo, se con mezzi più o meno leciti.

 

Recensione ★★★★☆ (4/5)

Precaria, banale, senza particolari attitudini. Con sto nome poi, Sole. Lei che invece voleva sparire nella notte scura.

Sole è una trentenne che ha girato il mondo in cerca di una collocazione definitiva, mai contenta, mai soddisfatta, alla continua ricerca di un lavoro che fosse corretto e lecito.
Il suo passato ha tanto da raccontare, ma viene resettato quando incontra Enrico, un trentenne che, come Sole, sta ancora cercando di capire come indirizzare il suo presente e il suo futuro.

Aveva perso di vista gli obbiettivi importanti e i sogni nel cassetto non li cercava forse nemmeno più, forse per paura di fallire e di prendersi l’ennesima crudele delusione.

Sono strani, Sole ed Enrico, ma sono caparbi. Senza saperlo, hanno un passato e un presente molto simile e per questo scoprono di essere fatti per stare insieme. Ma come?

E poi c’è Benedetta, o Benebella, come la chiama Sole, con la quale condivide lo stesso condominio; ha circa 25 anni ed è praticamente perfetta. Perfetti i capelli, il fisico, il volto. Eppure nella sua perfezione si sente rotta, bloccata dal suo aspetto. È una ballerina di danza classica e da sempre vive con il peso di non essere mai abbastanza, per la madre, per la sua insegnante di danza, per gli uomini. Tranne che per suo padre, Alessandro, un uomo bello e affascinante che cerca in tutti i modi di proteggerla.
Lo spessore emotivo dei personaggi di questo libro è davvero speciale. Le loro storie non sono tanto diverse da quello che possiamo aver visto in tv, al cinema o letto in altri libri, eppure la scrittrice ci colpisce con una carica emotiva notevole, rendendoci completamente assuefatte alle sue parole.
Quando ho scoperto che questo è stato il primo romanzo scritto da Barbara non riuscivo a crederci. Per essere alle prime armi ha una notevole capacità espressiva, fluente e per niente banale.

Noi tutti portiamo dentro un po’ di Sole, di Enrico, di Benedetta. Siamo in fondo delle brave persone, attenti a non dire ciò che realmente pensiamo per non apparire pessimi. Siamo costretti a fare delle scelte, ma non perché siamo cattivi, alla fine siamo solo imperfetti bravi ragazzi.

Triste? Allegra? Malinconica? Ironica? Ma che ci si poteva fare? Ognuno se la viveva come poteva la vita.
Forse il mondo girava su stesso da così tanto tempo che ormai la follia usciva dai rubinetti con l’acqua.

Se volete maggiori info sull’autrice e sul libro potete consultare il blog dell’autrice.

Recensione di NiMa per ChickLit Italia


Questo romanzo ci è stato inviato dall’autrice che ringraziamo!

Articolo creato 14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto