Piume & Stelle – la recensione

Piume & Stelle è l’ultimo romanzo della scrittrice emergente Anna Rigamonti.

L’autrice, ad oggi, ha pubblicato i seguenti romanzi:

Trama

Claudia è a un bivio: fare l’amante a vita o raccogliere il suo amor proprio e cambiare il suo destino. Così decide di chiamare a raccolta tutto il coraggio di cui dispone, lasciare il suo laboratorio di pasticceria al fido aiutante e partire alla volta di Pescarenico, splendido borgo del Lecchese in cui sua cugina Aurelia abita da una vita. Lecco e i luoghi Manzoniani in cui sono ambientate le vicende dei Promessi Sposi, faranno da cornice ad una commedia ironica, erotica e romantica, in cui si susseguiranno un caleidoscopio di emozioni. Ci imbatteremo in un Peso Piuma che farà vacillare certezze e preconcetti, portando i protagonisti a danzare su note che non avrebbero mai preso in considerazione. Passeggeremo per i viottoli e le rive di una splendida città abbracciata dai monti, con uno specchio d’acqua che ne riflette le bellezze.

Recensione

Piume & Stelle racconta la storia di Claudia, pasticciera e amante di Guido. È così che ormai la vita ha deciso di definirla. Ma dopo l’ennesimo episodio che le dimostra quanto la sua situazione sentimentale sia appoggiata su fondamenta fatte di niente, decide finalmente di prendere le distanze e un anno sabbatico.
Si trasferisce in una splendida villa, circondata da luoghi magici, di manzoniana memoria.
La sorpresa più grande che l’aspetta è che la casa della cugina non è disabitata come pensava: Raffaele, giovane dottore affascinante e indaffarato, ha deciso come lei di trasferirsi proprio lì.

La convivenza forzata non è semplice, ma risolvono la situazione con un patto perfetto:

Per il momento non voglio variare il contratto, tu cucini e io stiro.

Presto, però, il loro patto di convivenza acquisisce nuovi contorni: coinvolgerà la sfera sessuale e culturale.
I due sembrano perfettamente a loro agio, fermi sulle loro posizioni: il loro rapporto sarà una parentesi, una sospensione temporale che non prevede investimenti sentimentali ed emotivi.
Puro e semplice divertimento. Semplice, no?

Lui merita l’oscar, io non ho bisogno di recitare ora, la mia parte comincerà quando usciremo dalla porta. La sua ha una scadenza, la mia non lo so.


Anna Rigamonti ci fa vivere una storia interessante e divertente
, toccando anche argomenti importanti come quelli dell’angoscia, della frustrazione, della vita di piccoli neonati prematuri. Ci regala anche delle ricette molto interessanti (ho provato la torta al cioccolato ed è venuta benissimo).

La sua scrittura è piacevole, anche se nella versione letta da me gli errori di punteggiatura e i refusi hanno reso difficile apprezzarne al meglio lo stile. L’autrice mi ha assicurato che la versione caricata su Amazon (sia in cartaceo che in digitale) è stata corretta, quindi spero che chi potrà fruirne ne resterà ancora più piacevolmente colpito.
Sicuramente il valore aggiunto maggiore è legato alla descrizione dei luoghi legati ai Promessi Sposi, che hanno valso all’autrice un riconoscimento culturale da parte dell’assessorato di Lecco.
Non posso che fare il mio più grande in bocca al lupo ad Anna, le cui potenzialità sono evidenti.

Vi lascio con un consiglio per gli autori self, categoria della quale a breve entrerò a far parte e a cui da sempre ho riservato un’attenzione particolare: autopubblicarsi è difficile, a volte frustrante, ma cercate di curare al meglio i vostri testi prima di pubblicarli, magari investendo qualche soldo in editor free lance e correttori di bozze, in modo da rendere al vostro testo la giustizia che merita!

 


Questo romanzo ci è stato inviato dall’autrice che ringraziamo!

 

Articolo creato 64

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto